Un inedito di Manuel Vasquez Montalban

Esce postuma questa novella di Manuel Vasquez Montalban, "Luis Roldán né vivo né morto", (Feltrinelli), e per gli amanti di Manolo è una vera ventata di felicità dopo l’uscita dieci mesi fa della "Bella di Buenos Aires", che nio mancheremo di presentare. Nell'ufficio trasandato con odore di cibo di Pepe Carvalho arrivano un giorno tre loschi individui. I tre uomini sono cacciatori provetti e vogliono comprare una tenuta in Kenia e per questo hanno dato tutti i loro soldi a tale Luis Roldàn, dal passato compromesso con il regime franchista, in quanto capo della Guardia Civil e ora delegato per il Partito Popolare in Navarra. Sembra però che Luis sia scappato con i loro soldi. Sarà Pepe con la sempre fondamentale presenza di Biscuter a cercare Luis in una città alimentata da personaggi dubbi dove i sistemi politici ed economici si confondono nel marcio di un mondo che lui ormai conosce bene.

155-luis-roldan