Massimo Fagarazzi con “Alcol Supernova”, un nuovo autore per Tragopano Edizioni

ALCOL SUPERNOVA

Manca poco al 2000 e al ventiquattresimo compeanno di Morfeo.
“Potessi tornare indietro e rinunciare a giocare con le parole, con gli artifici”, pensa Morfeo.
Tutto era nato nel bar Egidio all’inizio degli anni ’90, quando tre giovani vicentini, Hobbes, Damiano e Morfeo, annoiati, pieni di alcol e avvolti nel fumo del locale, avevano stabilito uno spazio esclusivo poco prima dell’orizzonte degli eventi, chiamato Megalivello. Cervellotiche teorie psicofisiche che avrebbero dovuto sventare il pericolo di essere assorbiti dal buco nero dell’ignoto.
Lo schema del Megalivello viene mostrato nella prima pagina del romanzo in maniera enigmatica, lasciando spazio a svariate interpretazioni. Un cerchio perfetto con un nucleo al centro, un labirinto di Minosse proiettato verso un reattore nucleare. Morfeo non ricorda di aver bevuto così tanto da quando ha creato quella delirante filosofia che obbliga a spingersi sempre un passo davanti agli altri. Si tratta di un tentativo di supremazia dialettica, di confondere gli interlocutori con giri di parole e perifrasi scientifiche che emulano l’astronomia, la fisica quantistica, la teoria delle stringhe, non ultima la teoria della relatività di Einstein. Ma il Megalivello, assioma di un’illusione, diventa un sistema autogiustificatorio che finirà col rivelare vanità e dolore. Il coefficiente dell’alcol mostra le crepe. Tra scherzi, sbronze, zombi, battaglie cyberpunk, vacanze industriali, scappano anche tre morti probabilmente facenti parte del mondo della droga, magari nascosta nella custodia di una chitarra. Qui si infrange il mondo già fragile dell’amicizia tra Morfeo, Hobbes e Damiano, una resa dei conti il cui bottino finale è l’affermazione della propria identità. È caro il prezzo da pagare per chi si era illuso di guardare il mondo dall’alto.
L’autore paragona ogni capitolo a un brano rock, citandone una parte del testo all’inizio di ogni paragrafo. Ci piace ricordare questo:

Hand in glove
The sun shines out of our behinds
No, it’ not like any othe love
This one is different - because it’us
(The Smiths – Hand in Glove)

copertina9-alcol-supernova

 

 

 

 

 

 

 

 

 

M. Fagarazzi, Alcol Supernova, Tragopano Edizioni, Venezia 15 €