“L’occhio del ciclone” di James Lee Burke

“L’occhio del ciclone” è un thriller capolavoro di James Lee Burke (“In the Electric Mist with the Confederate Dead”, 1993), grande autore americano poco conosciuto dal pubblico italiano.. Gran parte del suo successo è dovuto alla creazione del personaggio di Dave Robicheaux, poliziotto sempre al limite dell’alcolismo, che si muove in una Louisiana violenta e omertosa. Sullo scenario di un film sulla guerra civile americana, viene scoperto il corpo di una donna mutilato in un secchio per il pesce, probabilmente una prostituta. A New Iberia Dave arresta in stato di ubriachezza la star del film Elrod Sykes che gli dice di aver trovato durante le riprese uno scheletro con delle catene in una palude, probabilmente le ossa di un nero, al cui omicidio Robicheaux ha assistito da giovane. Dave comincia a avere delle visioni, crede di incontrare gli stessi personaggi del film, ha diverse conversazioni con il generale John Bell Hood, mentre un’altra donna viene uccisa. Il cerchio intanto si chiude intorno all'uomo d’affari e produttore Baby Feet Balboni, ma Dave, aiutato dall'agente federale Rosie Gomez continua a indagare su tutta questa violenza, di oggi come di ieri. Dal libro è stato tratto nel 2009 un film con Tommy Lee Jones, diretto da Bertrand Tavernier.

185.tommy_100