Le vite di due anziani si compattano e rivivono nella diversità di un passato che li ha visti, uno abbandonato dalla moglie, l’altro rimasto vedovo dopo un breve matrimonio da cui sono nati due figli, per l’amore dei quali il padre si vedrà costretto a uccidere. Ma si tratta solo del pensiero di uccidere, azione mentale che compensa l’energia perduta. Tutto il romanzo è pervaso dal pensiero di uccidere, sia che il colpevole sia l’uomo che ricorda al marito colui che gli ha portato via la moglie (“ogni uomo è quell’uomo”: il suo motto di bandiera), sia il bambino che tira un calcio a un colombo. Non mancano all’appello dei colpevoli da passare per le armi Trump e Putin.

Si dice che vecchiaia e infanzia per certi versi si somiglino. I due protagonisti del romanzo sono vecchi. Disincantati dalla vita e dal mondo. Non si tratta più di fantasticare come può fare il bambino, ma di rimuginare fallimenti e vendette. Il divario tra le due età forma lo schema: il bambino non ha passato; il vecchio non ha futuro. Ma quale il punto di rottura? Il Matrimonio! I vecchi sono stati sposati, e chi in un verso e chi in un altro da tempo non hanno più la moglie. In mancanza di futuro, il passato coniugale causa l’esacerbazione di un presente doloroso. Ma c’è dell’altro: l’opportunità di un’altra anima gemella. L’incontro tra i due vecchi senza più la Sposa nasce dallo scontro. Anche i bambini possono scontrarsi e poi incontrarsi e stabilire complicità e fedeltà. Vecchiaia e infanzia. Nostalgia e rimpianti da parte di chi è stato bambino, ma non come avrebbe voluto o potuto essere. La memoria del vecchio è disturbata, deviata in immagini di adolescenze mancate. Cosa ha aggiunto la Sposa, se non il risentimento verso la vita mal vissuta ? Ma la colpa non risale forse al cattivo marito? Tormenti affliggono il vecchio: ha mai amato veramente? E i figli, quando ci sono, possono alleviare il senso di colpa dei padri?

Ma ecco, come per i bambini anche nei vecchi un gattino o un cagnolino possono mediare armonia e senso di giustizia. Un colombo morto spezza l’acredine del vecchio e suscita la commozione. Il ricordo di un topo ucciso da un uomo ricorre come espressione brutale della morte e della violenza humana.

 

Prezzo di copertina  € 15,00

   buy-amazon