“Lettera a Berlino”, uno dei primi successi di Ian mcEwan

Lettera a Berlino (The Innocent) è un romanzo di Ian McEwan del 1990. Si può dire che è il libro che ha lanciato al grande pubblico lo scrittore. A metà degli anni cinquanta, il comando dei servizi segreti americani e inglesi decidono di tentare un’operazione quasi impossibile, scavare un tunnel sotto il settore russo a partire da quello americano. Si potrebbero così intercettare le comunicazioni sovietiche. Il goffo Leonard, un tecnico inglese di venticinque anni è incaricato di svolgere la parte logistica dell’operazione, sistemare e aggiustare i registratori nel tunnel. Ma Leonard conosce anche la Berlino degli anni Cinquanta, con i suoi locali, che iniziano a riprendere vita. Conosce una donna, Maria Eckdorf, una trentenne divorziata che lo seduce, anzi lo inizia al sesso. La donna però vive in un appartamento dove torna sempre Otto l’ex marito ubriaco. Le storie si mescolano e i due, mentre Leonard perde sempre più contatto con il suo lavoro, si troveranno di fronte a una scelta non facile. Ci sono qui tutti i temi cari alla fiction di McEwan, avventura e seduzione.

175.Lettera_a_Berlino_100