I libri per le vacanze di Natale, Fabio Chiesa, “Sangue cattivo.”

Il libro di Fabio Chiesa, “Sangue Cattivo” (ed. Araba Fenice) sembra umanizzare tutto ciò che è successo negli ultimi tempi nel nostro paese, un’attualità triste e immorale. Per umanizzare si intende mettere con grande maestria e coraggio sulla pagina il volgare stereotipo del “farsi” corruzione della politica e la trama del romanzo con le sue regole.

Per quanto concerne la politica in un piccolo centro del Piemonte, nel Roero, c’è tutto. Damiano Morin, un giornalista ritornato in provincia deve investigare sulla compravendita di un terreno (naturalmente di proprietà di un cugino del vice – sindaco che sarà ucciso)  dove dovrebbe sorgere una moschea. Morin si trova ad avere a che fare con violenze razziste, presenze mafiose, ma (qui ritorna la “fabula”) riesce a riconquistare l’affetto dell’amico Walter, dimenticarsi dell’ex fidanzata e conoscere altre donne, sino a un finale appaga il lettore.

“Sangue Cattivo” è un ottimo romanzo, considerando che è un’opera prima, ben calibrato nella scelta della trama e dei personaggi e ben ambientato in una cornice attualmente e tristemente nostrana.

chiesa