“Tre cappotti per un bassotto” di Erica Tabacco in e-book

L’ho portato a casa che aveva due mesi. Non sapeva abbaiare. L’ho nutrito, l’ho pulito, l’ho addormentato. L’ho portato in passeggiata, faceva freddo, gli ho comprato i cappottini. L’ho spazzolato, l’ho coccolato, mi sono dovuta sorbire le proteste di Alberto che si sentiva messo da parte. L’ho portato dal veterinario, duecento euro tra: visita, vaccino pentavalente, inoculazione del microchip, iscrizione all’anagrafe canina e, tanto per non sbagliare, puntura anti-filaria (solo quella ventotto euro). L’ho sgridato quando faceva la pipì in casa. Ho smesso di uscire con le amiche perché, i